Le differenti truffe Superbonus 110%

 

 

 

 

Purtroppo, come ogni volta, dove ci sono soldi si inventano truffe per raggirare le persone. Ovviamente il Superbonus 110% di soldi ne farà girare molti e quindi è già un obiettivo primario per tanti malintenzionati.

Ma andiamo quindi a scoprire quali sono le più comuni truffe legate al Superbonus 110%:

 

 

 

 

Quali sono le più comuni truffe legate al Superbonus 110%

 

Tra le varie truffe che sono già state accertate, esistono le false certificazioni di soggetti che non possedendo i requisiti le hanno comunque attestate e permesso di richiedere il Superbonus 110%, rischiando sanzioni che vanno da 2.000€ fino a 15.000€ per ogni dichiarazione mendace rilasciata.

Le truffe Ecobonus purtroppo sono ovunque, perché il beneficio interessa cifre importanti che fanno gola a tanti e il nostro Paese pullula di persone poco corrette. Eventuali imprese disoneste, cercando di guadagnare quanto più possibile attraverso lo sfruttamento di quest’occasione, potrebbero mettere in serio pericolo la sicurezza dei cittadini e danneggiare le aziende che invece seguono le regole in modo preciso e responsabile ed eseguono i lavori in modo impeccabile.
È recente la notizia di presunte imprese edili che hanno provato a contattare privati cittadini promettendo di eseguire grossi lavori sottocosto o in buona parte addirittura gratuiti, senza eseguire gli obbligatori studi di fattibilità sulle case, i quali ovviamente sono un requisito fondamentale per sapere se sia possibile accedere o meno alla ristrutturazione. Quello di queste ditte è un comportamento che potrebbe mettere nei guai persone che, convinte di aver ottenuto lavori gratis, si ritroverebbero invece a dover restituire importi maturati come credito d’imposta maggiorato.
Promettere di incamerare proventi gonfiando le ristrutturazioni da spartire nel giro di qualche anno è a tutti gli effetti una truffa.
Tra le truffe 110% segnalate dai cittadini, alcune riguardavano finti consulenti che li hanno contattati e proposto loro di avviare pratiche Superbonus di 5,000€ da pagare anticipatamente, consulenti poi spariti dalla cicolazione. 
Altri inganni ai danni delle persone riguardano invece i falsi attestati energetici fatti da ditte che rilasciano l’APE in 48 ore e online a 50€. Si tratta chiaramente di una violazione delle disposizioni di legge che stabiliscono l’obbligatorietà del sopralluogo nella casa o nel condominio da certificare e che può essere eseguita esclusivamente da un professionista iscritto all’albo e abilitato.
Le persone non sanno che il Codice Penale sancisce che chi allega una certificazione falsa a un atto di compravendita o di locazione, seppure in buona fede, commette egli stesso un reato che comporta il rischio di risolvere il contratto, restituire la somma versata, risarcire il danno e di incappare in sanzioni penali per truffa.

Scopri Tutelart

Scarica l'app

Scarica l’app dagli store e inizia ad utilizzare Tutelart